Adesione


 


Rinnovo Adesioni 2013

“Immaginare un “Nuovo Veneto”, che disegni il proprio sviluppo
con le matite colorate dell’Etica, della Reputazione, della Solidarietà,
della Giustizia sociale e della Fiducia, significa forse essere visionari?”.


scarica modulo adesione (Word)
scarica lettera

 

Cari Associati, Amici e Simpatizzanti,

è passato poco più di un anno da quando, poco dopo la mia elezione ai vertici dell’Associazione, vi ho scritto, come faccio ora, anche a nome dell’intero Consiglio direttivo, per chiedere il Vostro sostegno alle attività, ma in primis al principio fondativo di Veneto Responsabile: la creazione e l’ampliamento di una rete regionale per la Responsabilità Sociale d’Impresa e di Territorio. Un principio che si è fatto Mission e che abbiamo voluto sancire di recente in Assemblea con la variazione dell’Art. 1 del nostro statuto, che include, ora ufficialmente, alla responsabilità sociale d’impresa anche quella di territorio.

Un passaggio, quello fatto in Assemblea dei Soci, doveroso, che sancisce un preciso cammino che ha caratterizzato gli ultimi cinque dei dieci anni di attività di Veneto Responsabile, che proprio nel 2013 festeggia il decennale della fondazione. Un anno, dunque, particolarmente importante che ci vede fortemente impegnati con una serie di iniziative, la prima delle quali, in ordine di tempo, è fortemente legata al territorio e intende sondare e rendere conto, per quanto possibile, delle “Conseguenze non economiche della crisi”. Un’idea che abbiamo sviluppato in seno all’Associazione e che ha visto partecipi dell’elaborazione progettuale una ventina di soggetti, alcuni rappresentativi della comunità Padovana, altri espressione di organizzazioni a livello regionale.

Un progetto, questo, che è incluso negli ambiti d’azione del nostro Patto Comunitario per un Nuovo Veneto e che intendiamo estendere, pertanto, ad altre province oltre a quella di Padova. Nel contempo abbiamo dato vita a tre nuovi Tavoli di Lavoro:
“Misurarsi con la nuova Csr”.
“Per un’Agenda Veneta della Social Innovation”.
“Legge Quadro 328/2000: per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”.

Si tratta, come molti di Voi sanno, di Gruppi di lavoro coordinati da alcuni componenti il consiglio direttivo, aperti ad associati e non, che hanno il compito di approfondire le rispettive tematiche prescelte.
Questi Tavoli sono il seme dal quale sono nati in seguito convegni, incontri e apprezzate pubblicazioni che hanno sollevato interessanti discussioni e dibattiti e, perché non dirlo, hanno dato lustro alla nostra Associazione e a coloro che vi hanno partecipato. Di questa e altre iniziative, come l’ideazione e adesione all’importante Progetto Vicentino “Facciamo l’Impresa” che sta finanziando start-up del territorio, rendiamo conto nella piccola, e lasciatemi dire, originale ed elegante, brochure che abbiamo stampato in occasione del Decennale (richiedibile via e-mail a direzione@ventoresponsabile.org) e che trovate qui allegata in un formato elettronico più semplice e leggibile.

Tutto quanto sin qui sinteticamente esposto è il frutto di uno sforzo ideativo, progettuale e organizzativo importante, che richiede il sostentamento di una minima struttura interna, ma che non ha senso di esistere senza il Vostro prezioso contributo e coinvolgimento. Non possiamo chiedere, come stiamo insistentemente facendo, alle comunità territoriali e ai vari soggetti che le rappresentano di Fare ed Essere rete, di progettare e condividere con noi le azioni indirizzate a quello sviluppo sostenibile, segnalate e sottolineate nel nostro Patto Comunitario, se noi per primi non riusciamo a coinvolgere in tali prospettive i nostri stessi iscritti Lo sappiamo, purtroppo la situazione economica generale ha creato una situazione d’involuzione che ci porta inevitabilmente a chiuderci in noi stessi, quasi ad attendere, inermi, una soluzione, qualsiasi essa sia. Noi, come già vi abbiamo scritto nella nostra precedente missiva, abbiamo deciso di continuare a confrontarci, a bussare alle porte delle varie rappresentanze della Società.

Per farlo abbiamo bisogno anche del Vostro sostegno, in qualsivoglia forma esso si manifesti. Questa annuale lettera che inviamo per il rinnovo delle adesioni o della prima iscrizione alla nostra Associazione, assume, nell’anno del Decennale di fondazione, un significato ancor più ampio di quelle che l’hanno preceduta: una sorta di cartina tornasole con la quale intendiamo, dobbiamo misurarci. Per questo attendiamo con fiducia la conferma della vostra adesione entro il 30 aprile 2013.

 

Il presidente                                                                                                                                              Claudio Gramaglia

 

 

Quota Associativa 2013

Quanto descritto è possibile anche grazie ad una disponibilità finanziaria che ci consenta un sereno sviluppo delle attività programmate. Come sapete, la nostra Associazione si sostiene in buona parte con le Quote Associative e parzialmente con la Banca del Tempo Responsabile. Nonostante da alcuni anni la nostra Associazione raccolga circa 40 Associati i progetti in cantiere richiedono l’allargamento della base associativa. Vi chiediamo dunque un duplice impegno:

    1- il versamento della quota associativa che auspichiamo possa diventare quella di socio sostenitore;

    2- la segnalazione di potenziali associati interessati a promuovere con noi la Responsabilità sociale di Impresa nel territorio veneto.

    Riportiamo di seguito le quote per l’anno in corso:

     

    Associazioni no profit e associazioni consumatori

    € 150

    Persone fisiche          

    € 150

    Imprese profit (fino a € 500.000 di fatturato annuo)

    € 500

    Imprese profit (oltre i 500 mila euro di fatturato)

    € 1.000

    Enti pubblici e Università

    € 1.000

    Organizzazioni di rappresentanza datoriali e sindacali provinciali

    € 500

    Organizzazioni di rappresentanza datoriali e sindacali regionali

    € 1.000

    Soci sostenitori

    oltre € 1.000

                                    

    Coordinate bancarie per il versamento
    Causale: quota associativa 2012
    Banca Popolare Etica scarl – Fil. Padova
    c/c 00000111370- ABI 05018 - CAB 12101
    IBAN: IT31 I050 1812 1010 0000 0111 370

     

     

    Associazione Veneto Responsabile
    Rete Regionale per la Responsabilità Sociale d’Impresa

    Sede legale: Piazzetta Forzatè, 1/A - 35137 Padova  
    Sede operativa: c/o Centro G. Toniolo, via Lisbona, 20 - 35127 Padova

    tel. 049.8701939 - fax 049.760313 - e-mail info@venetoresponsabile.org -
    Codice Fiscale 92159690285